ads

Come riprendersi dallo shock del parto

 
Sentirsi stanche e doloranti a distanza di qualche settimana dal parto è assolutamente normale e, spesso, anche l'umore non è alle stelle. Il calo ormonale, le nuove responsabilità, la riduzione del sonno, lo sforzo, la perdita di sangue durante il parto e l'episiotomia hanno inflitto uno shock al corpo e alla mente. Ma ci sono anche buone notizie: concedendosi un po' di tempo e un po' di riposo si trova un nuovo equilibrio. Se il tuo piccolo prende il latte artificiale sarà semplice preparare in anticipo un paio di biberon e chiedere al neopapà di darti il cambio durante la notte. Se, al contrario, è allattato al seno puoi magari far conto sui nonni che saranno entusiasti di occuparsi del nipotino mentre tu ti riposi tra una poppata e l'altra. Episiotomia o cesareo possono darti qualche problema nei rapporti sessuali, sia perché la ferita è ancora recente e irritata, sia perché la vagina è poco lubrificata. Se il primo problema si risolve spontaneamente con il trascorrere dei giorni, al secondo si può far fronte con un buon gel lubrificante vaginale. Sono sicuramente consigliabili anche gli esercizi per tonificare i muscoli perineali, utilissimi per evitare fenomeni di incontinenza urinaria, abbassamento degli organi e mancanza di tono della vagina. Non deve essere trascurata neppure l'attività fisica che permette di ritrovare il piacere di una pancia piatta grazie a una rapida tonificazione dei muscoli addominali. Naturalmente qualche segno della tua nuova condizione resterà comunque impresso sul tuo corpo, ma il segreto principale per ritrovare la serenità è accettare con gioia questi inevitabili cambiamenti e godersi in allegria il proprio bambino.
 
come-riprendersi-dallo-shock-del-parto
 
 
 
 

Guarda anche