ads

Ginecologo e controlli, come sceglierli

 
Avete appena scoperto di aspettare un bebè e sprizzate gioia da tutti i pori? Bene è il momento di scegliere il ginecologo che vi seguirà per l'intera gravidanza fino al parto. E' una scelta importante che va valutata con attenzione. La prima caratteristica che deve possedere il ginecologo è quella di farvi sentire a vostro agio ed ispirarvi fiducia. Dovete sentirvi assolutamente libere di chiedere qualsiasi cosa senza imbarazzo o timori reverenziali. Potete sceglierlo privato, se desiderate avere più tempo durante la visita, o optare per un professionista che lavori in una struttura pubblica, se non volete o potete pagare, l'importante è che vi documentiate sulla sua esperienza, magari presso amiche e parenti. Inoltre è preferibile che non sia troppo distante dal luogo dove vivete e che sia facilmente raggiungibile, anche telefonicamente in caso di necessità. Una volta scelto il ginecologo questi alla prima visita vi indicherà una serie di esami a cui sottoporvi:
  • un'ecografia pelvica, se non ve la effettua lui stesso, per verificare la gravidanza, la presenza del battito cardiaco e se l'embrione si è "istallato" correttamente nell'utero;
  • analisi del sangue per verificare l'eventuale presenza di anticorpi per malattie che possono essere pericolose per il feto se contratte in gravidanza (toxoplasmosi, rosolia, cytomegalovirus e varicella), emocromo completo e gruppo sanguigno;
  • un tampone vaginale.

 
ginecologo-e-controlli-come-sceglierli
 
 
 
 

Guarda anche